DeutschEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoEnglishEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoEspañolEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoFrançaisEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoItalianoEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoMagyarEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il MondoNederlandsEautarcie, Gestione sostenibile delle acque per il Mondo
Informazioni sul sito web basate sulle opere di Joseph Országh Informazioni sul sito web basate sulle opere di Joseph Országh Informazioni sul sito web basate sulle opere di Joseph Országh
Eautarcie EAUTARCIE Eautarcie- Joseph Országh
HomepageIntroduzioneIgienizzazione ecologicaLa raccolta dell'acqua piovanaGestione delle acque grigieGabinetti a seccoIl EAUTARCIE in città e in tutto il mondoGestione congiunta di acqua e biomassaRiflessioni sulla politica delle acqueMappa del sito – Glossario – FAQ – Documentazione EAUTARCIE, Gestione sostenibile delle acque per il Mondo
Introduzione
Sommario

Presentazione di Joseph Országh

Curriculum vitae di Joseph Országh

Lavori scientifici di Joseph Országh

Eco-consumo di acqua
Cerca una parola all'interno del sito eautarcie.org 
Loading

IL testo contenuto in questa pagina è stato pubblicato per la prima volta su www.eautarcie.com: nel 2003

Il testo all'interno di questa pagina è stato pubblicato su www.eautarcie.org il: 2017-03-09

Aggiornamento: 2017-03-09

CURRICULUM VITAE

József ORSZÁGH

Nato a Budapest, il 21 Marzo 1937. Sposato, ha tre figli.

1955 : Ingegnere industriale in elettromeccanica

1955-56: Studi presso il Politecnico di Budapest, interrotti dalla rivoluzione ungherese del 1956. Partecipante al combattimento contro i sovietici.

1957: Arrivo in Belgio, ottenuto lo status di rifugiato politico. Naturalizzato come cittadino belga nel 1969.

1961: Laureato in Scienze Chimiche presso l'Université Libre de Bruxelles (ULB).

1969: Dottorato ottenuto in Scienze Chimiche presso l'ULB.

1969-71: Assistente del Professor Vander Poorten (elettrochimica) al politecnico 'Faculté di Mons.

1971: Assistente del Professor P. Fierens (scienza dei materiali) all’'Université de l'État di Mons.

1971-82: Ceduto in prestito all’Université Nationale du Zaire per una missione a lungo termine nel contesto della cooperazione tra le università. Professore al Politecnico di Lubumbashi (Zaire), vice-decano di questa facoltà.

1975: Nominato Direttore Accademico presso l'Université de Mons-Hainaut (UMH) con il Prof. P. Fierens (chimica generale e scienza dei materiali).

1982: Reintegrato come direttore accademico all’UMH.

1983: Costruzione di un impianto fotovoltaico da 5 kw in Zaire.

1983-86 : Esperto ACCT sulle energie rinnovabili. Missioni in Zaire e Burundi.

1983-88: Attuazione di un piano di sviluppo rurale in Zaire.

1982-86: Visiting Professor presso la Facoltà Politecnico di Lubumbashi.

1989: Nominato membro del comitato consultivo idrico regionale della Vallonia, in rappresentanza del Belgio per «Amici della Terra - International». Servito fino al 2003.

1993-97: Membro del Bureau de la Commission des Eaux (Ufficio delle Commissioni sull’Acqua).

1987: In rapporto col Professor J-J. Dipartimento di Chimica e Fisica applicata del Tondeur.

2000: Ricercatore indipendente allegato all’Istituto di Chimica dell’UMH.

2002: Ritirato.

Aree di ricerca

Aspetti fondamentali:

Termodinamica dei liquidi, studi cinetici di reazioni chimiche in reazioni di soluzioni sotto alta pressione, diffusione nei solidi, spettroscopia UV-visibile, studi elettrochimici di soluzioni acquose (sistemi redox incompleti), fenomeni di diffusione e reazioni di trasferimento di elettroni in mezzo acquoso.

Aspetti applicati:

Lo sviluppo di nuovi materiali da costruzione, il rilevamento di manipolazioni fraudolente del latte, la ricerca idrometallurgica del rame, l'analisi degli ecosistemi agricoli, lo studio dei cicli naturali relativi all'acqua, problemi di protezione delle acque sotterranee, servizi igienico-sanitari, ricerca di fattori fisico-chimici sulla potabilità dell'acqua e la biocompatibilità, controllo dell'inquinamento da effluenti di allevamento, il risanamento di siti industriali.

Risultati principali

N.B. Nel corso della nostra carriera, abbiamo proposto di trovare, piuttosto che semplicemente cercare, i risultati e le soluzioni ai problemi scientifici aventi connessioni dirette o indirette ai problemi pratici.

Di seguito, citiamo solo i risultati che riteniamo importanti per evidenziare le tappe principali della nostra carriera scientifica.

In alcuni casi, questi risultati sono il frutto della collaborazione con altri ricercatori.

Aspetti fondamentali:

- Proposta di una equazione di stato pratico per i liquidi normali, basato sul modello sviluppato da Lennard-Jones e Devonshire. È un'equazione isotermica che è sperimentalmente ben verificata nel caso di liquidi reali, equivalente a quella di Boyle-Mariotte per i gas. A causa della sua semplicità, questa equazione avrebbe il suo posto nei programmi di scienza di base. Con questa equazione, partendo da poche semplici quantità (coefficiente di dilatazione termica, compressibilità) misurate a pressione atmosferica, si possono calcolare tutte le funzioni termodinamiche dei liquidi ad alte pressioni.

- Proposta di un'unità di formalismo matematico per affrontare sia le reazioni di trasferimento di elettroni che di protone in una soluzione acquosa. Studio dell'attività elettronica in soluzioni acquose per caratterizzarne le proprietà redox. Una teoria equivalente a quella di pH (attività protone) in soluzioni acquose. Attraverso questo nuovo approccio, possiamo intraprendere lo studio dei sistemi redox incompleti (soluzioni contenenti solo la forma ridotta o ossidata di una coppia redox) e valutare la reale capacità di risposta dei sistemi redox. Questa teoria semplice e fondamentale ha il suo posto nei trattati di base sulla chimica generale, e anche nel programma di chimica della scuola secondaria. La teoria dell'attività elettronica di soluzioni acquose, che introduce il concetto di indifferenza redox accanto a quella della neutralità acido-base, ha interessanti applicazioni in campi diversi come lo studio della biocompatibilità dell’acqua potabile, l’idrometallurgia operata dai batteri, trattamento degli scarichi domestici, ecc.

Aspetti applicati:

- Sviluppo di un materiale da costruzione geo-cementizio che non richiede il riscaldamento ad alta temperatura nel suo processo di fabbricazione (risparmio energetico).

- Proposta di criteri bioelettronici per la biocompatibilità dell’acqua potabile. Sistema di raccolta dell'acqua piovana per tutta la casa, compresi i prodotti alimentari e bevande.

- Sviluppo del sistema EAUTARCIE, autarchia dell’acqua per la casa, alimentato esclusivamente con acqua piovana, senza scarico di inquinamento nelle acque naturali, senza la necessità di fognature e impianti igienico-sanitari. Lo sviluppo di due sistemi commerciali: PLUVALOR, o l'acqua piovana per il riutilizzo in tutta la casa e TRAISELECT, o il trattamento selettivo delle acque reflue domestiche. Ciò ha portato alla fondazione di due piccole imprese valloni. Da allora, queste imprese hanno cessato le operazioni, ed i sistemi PLUVALOR e TRAISELECT non sono più commercializzati.

- Proposta di un metodo di riciclaggio dei rifiuti umani normalmente prodotto sotto forma di scarichi domestici. Soluzione tecnica semplice ed economica. Sviluppo di una toilette a secco di terza generazione – Gabinetto per compostaggio a secco o GCS - che funziona sul principio che la cellulosa vegetale carboniosa viene utilizzata per inibire le azioni dell’ureasi e di altri enzimi presenti negli escrementi umani.

- Le interazioni tra la gestione della biomassa, la gestione delle acque e il clima in un ecosistema (studio in corso).

- Metodo di compostaggio per ripristinare i suoli che sono inquinati con metalli pesanti. Metodo che viene utilizzato per controllare l'inquinamento da letame zootecnico, nonché per riabilitare brownlands industriali gravemente inquinati. I metalli pesanti sono resi biologicamente disponibili.

- Istituzione del concetto di igienizzazione «ecologica» integrata, un approccio scientifico e tecnico che sfida radicalmente il concetto tradizionale dei servizi igienico-sanitari: invece di concentrarsi sulla migliore efficienza di purificazione, si concentra sul minor impatto ambientale, introducendo il concetto di prestazione ambientale, per una valutazione completa attraverso il ciclo di vita ambientale.

Principali pubblicazioni

Qui di seguito, citiamo solo quelle pubblicazioni di interesse che possono andare al di là del campo dei migliori specialisti. Nel corso della nostra carriera, abbiamo dato la priorità alla risoluzione di problemi pratici concreti piuttosto che produrre un gran numero di pubblicazioni che interesserebbero pochi specialisti. L'elenco delle nostre quaranta pubblicazioni su riviste internazionali è disponibile.

- J. ORSZÁGH, Ph. LAMBILIOTTE. Sur l'équation d'état de Tait-Tammann pour les liquides. Établissement de l'équation d'état des liquides normaux. (Sull’ equazione di stato per liquidi di Tamman-Tait : istituzione dell’equazione di stato dei liquidi normali).

L'actualité chimique (dicembre 1980), pp.28-32.

- J. ORSZÁGH, P. FIERENS. Fabrication de matériaux de construction à partir de matières premières zaïroises peu onéreuses (Ottenere materiali da costruzione utilizzando materie prime a basso costo in Zaire).

Appropriate Building Materials for low cost Housing: African Region. Atti del Simposio tenutosi a Nairobi, Kenya, novembre 7 a 14, 1983, Vol. 1 & 2. E.& F.N. Spon, London (1985).

- J. ORSZÁGH. Réactions d'oxydo-réduction et acido-basiques. Vers une approche théorique et expérimentale plus cohérente (Le reazioni redox e acido-base: verso un approccio teorico e sperimentale più coerente).

Sciences du Vivant. Éditions Arys, Paris, N°1 (1990), pp.23-34.

- J. ORSZÁGH, L'eau en tant que système rédox (L’acqua come un sistema redox).

Sciences du Vivant. Éditions Arys, Paris, N°2 (1991), pp.81-97.

- J. OSZÁGH, Quelques aspects physico-chimiques des coordonnées bio-électroniques (Alcuni aspetti fisico-chimici di coordinate Bio-elettroniche).

Sciences du Vivant. Éditions Arys, Paris, N°4 (1992), pp.45-62.

- J. ORSZÁGH, Concepts de base de la bio-électronique (Fondamenti di Bio-elettronica).

Sciences du Vivant. Éditions Arys, Paris, N°5 (1993), pp.77-87.

- J. ORSZÁGH, Ph. LAMIBILIOTTE, K. NANIZEYI, J-J. TONDEUR, The Concept of Normal liquids in Chemical Education.

13th European Conference on Thermophysical Properties, agosto 30 a settembre 3 (1993), Lisbon.

- J. ORSZÁGH, La pluie, eau pure des nuages (Pioggia, acqua pura dalle nuvole).

La Vie Naturelle. Éditions Arys, Paris, N°80 (febbraio 1993), pp.50-56.

- J. ORSZÁGH, Approche systémique du problème de traitement sélectif des eaux usées domestiques (Approccio sistemico per il trattamento selettivo delle acque grigie domestiche).

Tribune de l'Eau. CEBEDEAU, Vol. 45, N°6 (1992), pp.89-94)

- J. ORSZÁGH, Le traitement sélectif des eaux usées et le cycle de l'azote (Il trattamento selettivo delle acque grigie e il ciclo dell'azoto).

Nouvelles de la Science et des Techniques, Bruxelles, Vol. 13, N°1 (1995), pp.271- 274.

- J. ORSZÁGH, La bio-électronique et l'eau alimentaire (Bio-elettronica e acqua potabile).

1st International Symposium on the bio-compatibility of water, beverages and food, Niederbronn-les-Bains, Alsace (marzo 23-24 1995).

- J. ORSZÁGH, The Integration of Water Policy and Other Policy Areas.

European Commission Conference on Community Water Policy, Brussels (maggio 28-29, 1996).

- J. ORSZÁGH, Utiliser une toilette sèche: une question de cohérence (Utilizzare i gabinetti a secco: una questione di coerenza).

Humus News. Vol. 13. N°2 (1997), pp.4-8.

- J. ORSZÁGH, Une eau potable ou biocompatible (Acqua potabile biocompatibile).

La Vie Naturelle. Éditions Arys, Paris, N°139 (giugno 1998), pp.83-88.

- J. ORSZÁGH, Eau: La pollution de nos W.-C. (Acqua: inquinamento da parte dei nostri water).

Silence. N°242 (marzo 1999), pp. 4-11.

- J. ORSZÁGH, Urban Water Management Technology with respect to Protecting the Agriculture Ecosystems (in cinese).

Water Resources and Hydropower Engineering. Vol. 31, N°7 (luglio 2000), pp.58-60.

- J. ORSZÁGH, P. LOR, Assainissement intégré: une nouvelle vision de la gestion des eaux usées domestiques (Igienizzazione integrata: una nuova visione per la gestione delle acque reflue domestiche).

Proceedings of the « Journées Information Eau (JIE) », Poitiers. Conference N°49, Vol. 2 (settembre 13-15, 2000).

- J. ORSZÁGH, L'autonomie en eau dans la maison, sans pollution est désormais possible (L’autarchia dell’acqua per la casa senza inquinamento, è ora possibile).

La Vie Naturelle. Éditions Arys, Paris, N° 168 (febbraio 2001), pp.72-78.

- J. ORSZÁGH, Pour une gestion durable de l'eau dans le monde (Verso una gestione sostenibile dell’acqua nel mondo).

Science Frontières (www.sciencefrontieres.com). N°63 (maggio 2001), pp.24-25.

Consultare anche le pubblicazioni più recenti su questo sito: http://www.eautarcie.org/09d.html#en (in inglese) o http://www.eautarcie.org/09d.html#fr in francese.

INDIETRO

Home - Introduzione - Igienizzazione ecologica - La raccolta dell'acqua piovana - Gestione delle acque grigie - Gabinetti a secco - Il EAUTARCIE in città e in tutto il mondo - Gestione congiunta di acqua e biomassa - Riflessioni sulla politica delle acque - Mappa del sito – Glossario – Documentazione